Serie B News

 

Tutte le notizie riguardanti la prima squadra Green Basket. Guarda anche le videointerviste su Green Basket TV.

Suggestioni pre-derby: affamati di paura

pubblicoQuaranta i minuti, dieci i giocatori, due i canestri, uno solo è il pallone. Gli stridenti squilli prodotti dal rapido e tumultuoso incedere sul parquet sono sempre gli stessi. Echeggiano in ogni partita i tonanti rimbalzi del pallone ed il suadente arricciarsi della retina, sedotta da un tiro sfrontato, ma esteticamente ammaliante. Eppure un derby non è una partita come le altre. Un derby non lo si vuole perdere, un derby non lo si puo’ perdere. La pressione aumenta, l’aria pura e respirabile scarseggia, sensibilmente inquinata da affannosi respiri, colmi di paura, ansia ed istintiva brama di successo. Un nauseabondo intreccio di emozioni pervade la mente di ogni atleta: il timore di non soddisfare le aspettative, di deludere sé stessi ed un popolo di sostenitori si mescola con una spasmodico anelito verso la vittoria, con un frenetico desiderio di ebbra e divina estasi .
Ci sarà da lottare con gli avversari, da battagliare contro gli spettri più reconditi per accantonare con violenza dubbi ed incertezze. Coraggio non significa non avere timore, ma avere la forza di trasformare la paura in un potente integratore adrenalinico, in un carburante che consenta di saltare un po’ più in alto, di correre più velocemente, di gettare il cuore oltre l’ostacolo. Nessun vuol far tardi, nessuno vuol perdere l’appuntamento con il glorioso carro dei vincitori. E’ ora di assaggiare la paura, di non rinnegarla, ma di plasmarla per rendersi ancora più forti.


Gaetano "Il pipita" Cucchiara

DNC - G: il commento alla 4a giornata

Catanzaro - Aquila Palermo 73-59 (17-17 32-32 58-40)


"Un Assitur Catanzaro da leccarsi i baffi, capolista della DNC dopo quattro giornate, con otto punti frutto di quattro vittorie, l'ultima, la più bella, appena giunta contro l'Aquila Palermo nello splendido PalaPulerá gremito in ogni ordine di posto. Questo é il verdetto del campo dopo quaranta minuti di grande pallacanestro, continui ribaltamento di gioco, sorpassi, sana cattiveria agonistica che hanno portato gli uomini di coach Tunno al primato." questo il commento dell'ufficio stampa di Catanzaro. Partita davvero molto bella agonisticamente parlando, giocata a ritmi altissimi, Palermo presentava al via il nuovo acquisto Cozzoli che si è subito distinto con 25 punti totali. Catanzaro nel secondo quarto era costretta a rinunciare al forte play Scuderi per un infortunio alla mano. Il break importante e decisivo  della gara si ha nel terzo quarto dove i locali sono trascinati da Fall 25 punti per lui e ben 22 rimbalzi e dall'ottima Ala Sereni 10 punti per lui alla fine, ottimo in difesa Mercurio che ha limitato la forte guardia ospite Gottini 12 punti per lui alla fine del match.


Marsala - Vis Reggio 45-54 (9-11 15-33 29-46)
La Vis Reggio espugna il difficile campo di Marsala e si porta a ridosso della Capolista Catanzaro. I reggini dedicano la vittoria alla scomparsa in settimana dello storico custode del "Boccioni" Mario Luci. Partita decisa nel secondo quarto dove i viaggianti operano il break decisivo con un perentorio 22 a 6, buone le prestazioni di Tramontana 16 punti  e Grasso 19 punti, ai nostri microfoni la guardia Riccardo Costa ha commentato così: " É stata una vittoria di squadra visto che si difende in 5 e noi abbiamo concesso agli avversari solo 45 punti."


Nertos Cosenza - Mazara 76-72 (20-18 36-42 55-57)
Quarta sconfitta consecutiva per Mazara che complice la contemporanea vittoria di Gela a Porto Empedocle si ritrova all'ultimo posto in classifica con zero punti. I siciliani le hanno tentate davvero tutte per portare a casa i due punti però nulla hanno potuto contro un monumentale Vazzana 29 punti alla fine per lui e un Guzzo in formato NBA. Tra i Calabresi da segnalare la pesante assenza del pivot Lombardo che ha ridotto ancor di più numericamente Cosenza, infatti alla fine erano solo 7 i giocatori iscritti a referto. Per Mazara buona la prestazione di De Gregori 17 punti per lui alla fine.


Green Palermo - Acireale 58-62 (10-11 22-27 42-47)
Colpo in trasferta della vera sorpresa del campionato: Acireale. Gli Acesi con un'ottima prova del trio Marzo 12 punti,   Russo 10 punti e 10 rimbalzi e Moretti 17 punti, sbancano il difficile campo del Green Palermo, che dalla sua paga la giornata negativa al tiro 21 su 65 al tiro da due complessivo e 2 su 23 da tre punti, inoltre pesano oltre misura l'assenza di Muratore e le non perfette condizioni fisiche di Verderosa e Bontempo.


Porto Empedocle - Gela 57-77 (20-13 24-35 39-57)
Parte subito benissimo la squadra di casa che piazza un parziale di 16 a 6, poi pian piano Gela recupera e prende le redini della partita dal secondo quarto in poi piazzando il break decisivo. Tra i locali da segnalare la prestazione di Di Simone autore di 20 punti, sul fronte Gelese ottima prova corale con Occhipinti che ha condotto con sagacia la partita e con Giusti e Caiola sugli scudi, ancora a mezzo servizio il pivot Festino che in settimana deciderà se operarsi, oppure continuare a stringere i denti e continuare ad aiutare i Gelesi anche se a mezzo servizio.



 

Fonte: Antonio Barbuto, tuttobasket.net

DNC - Girone G, presentazione 4a giornata

 

Catanzaro - Aquila Palermo

Il big match della giornata va di scena al Palagiovino di Catanzaro domenica 27 Ottobre alle ore 18:00 arbitri Pelliccia e Puzio entrambi di Afragola, Le due squadre fino ad ora non hai mai perso e sono da tutti pronosticate come le favorite per la vittoria finale. Catanzaro sta sfruttando l'ottimo momento di forma del suo play Scuderi e Sereni arrivato pochi giorni prima dell'inizio del campionato sta iniziando a far vedere il suo valore. Sul fronte opposto i giocatori di coach Toriero sempre di più stanno trovando l'amalgama giusta e sono fronti ad affrontare la terza trasferta su quattro incontri.

Marsala - Vis Reggio
Vis Reggio probabilmente ancora senza la forte guardia Carnazza, infatti in settimana l'ala Messinese non si è allenata e molto probabilmente non riuscirà a recuperare per domenica. I ragazzi di coach D'arrigo comunque tenteranno di vincere la loro seconda partita in trasferta, Marsala invece,vuole subito riscattare la pesante sconfitta subita la scorsa settimana in casa contro il forte Catanzaro.Arbitri Calogero Sarda e Luca Paternicò entrambi di Piazza Armerina

Nertos Cosenza - Mazara
Partita molto delicata quella di scena in terra Calabrese per le due formazioni, infatti mentre i locali sono alle prese con l'organico ancora ridotto per via delle rescissioni contrattuali con Ginefra e Rotundo, Mazara al momento ha deluso il suo caloroso pubblico, collezionando solo sconfitte in campionato, i ragazzi di coach Napoli hanno sicuramente l'organico per lottare per i play-off ma fino ad ora, complice anche il ritardo di preparazione atletica, non si sono ancora espressi per le loro potenzialità. Arbitri Luigi Marino di Parete e Roberto Ozzella di Napoli

Green Palermo - Acireale
Partita molto equilibrata tra le due formazioni che fino ad ora hanno sorpreso in positivo, infatti entrambe le formazioni sono partite in questo campionato con l'obiettivo di raggiungere una salvezza tranquilla. Tra i locali si aspettano prove positive per Calò e Terrasi, mentre gli acesi vorranno sicuramente vendicare la partita sconfitta al fotofinish di domenica scorsa contro la corazzata Aquila Palermo. Gli Arbitri sono Luca Massari di Ragusa e Antonio Giordano di Gela

Porto Empedocle - Gela
L'unico anticipo della giornata è il derby salvezza, infatti le due squadre si affronteranno Sabato 26 Ottobre alle ore 18:00. I ragazzi terribili di Porto Empedocle vorranno sicuramente bissare la vittoria ottenuta domenica scorsa sul difficile campo di Mazara, dall'altro lato Gela desidera quanto prima cogliere la sua prima vittoria in classifica e lasciare l'ultimo posto del girone occupato al momento insieme a Mazara. Ancora in dubbio il pivot Festino che continua ad allenarsi con il contagocce per un problema al ginocchio. Arbitreranno la partita: Francesco Micino di Cosenza e Francesco Praticò di Reggio Calabria

Fonte: Antonio Barbuto, Tuttobasket.net

Il greenbasket cede nel finale ad Acireale

sonnyGreen Basket Palermo - Basket Acireale 58-62 (10-11, 22-27, 42-47)

Green Basket Palermo: Verderosa, Trevisano 3 (1/2, 0/7), Forzano 10 (2/3, 1/4), Lanfranchi, Mantia 2 (1/1), Alessandra 5 (2/7, 0/2), Provenzano 15 (7/11, 0/1), Terrasi 7 (2/8), Calo' 10 (1/3, 1/6), Bontempo 6 (3/7, 0/1) 
Tiri Liberi: 14/26 - Rimbalzi: 40 26+14 (Provenzano 9) - Assist: 11 (Alessandra, Provenzano 3)

Basket Acireale: Marzo P. 12 (2/8, 1/5), Arena 4 (0/1, 0/1), Signorelli 2 (0/1), Moretti 17 (2/6, 3/7), Lofaro 3 (0/6, 1/2), Arcidiacono 3 (1/4), Santonocito 6 (1/2, 1/1), Russo 10 (5/10), Marzo A. 5 (1/5, 0/1), Persano
 

Giornata tribolata in casa Green, l' Acireale espugna il Paladonbosco al termine di una partita fisica, giocata con parecchi errori da entrambe le parti dove alla fine ha prevalso la maggiore lucidità degli Acesi. Pregara come detto prima da incubo per coach Avellone alle prese con le non perfette condizioni fisiche dei play Verderosa e Bontempo ne fa le spese Muratore che si accomoda in tribuna,partono forte gli amaranto,ma il Green ribatte seppur con qualche affanno colpo su colpo, la tifoseria verde, un vero lusso per questa categoria, spinge i propri beniamini,il metro di giudizio della coppia arbitrale lascia scontente entrambe le squadre,troppo fiscali su contatti banali ,molto miopi  sotto le plance e nel non vedere i gomiti spesso alti degli esperti dell Acireale tant' è che alla fine ne fanno le spese lo zigomo di Provenzano e l ' arcata sopraccigliare di Alessandra ,per lui quattro punti sutura. Detto questo va subito detto che la correttezza degli ospiti non è in discussione ma si sà che se non si tiene ben salda la partita l' agonismo e la fisicità possono essere armi pericolose. Tornando al mach, Verderosa abbandona anzitempo la gara per un risentimento muscolare la squadra di casa sbanda il pivot Terrasi non trova palloni giocabili e dalle linee esterne arrivano pessime indicazioni a causa della brutta giornata al tiro  di parecchi giocatori,Trevisano in testa,Avellone trova incoraggianti indicazioni da Mantia ,ottimo il suo approccio alla partita con due rimbalzi ed un canestro di potenza in mezzo a tre avversari in meno di tre minuti e da Lanfranchi indomito gladiatore , Calò e Terrasi incappano nel metro di giudizio arbitrale altalenante,un immenso Provenzano mette il cuore su ogni pallone ed in cabina di regia il Green scopre di avere un signor giocatore dal nome di Claudio Forzano, nonostante la marcatura asfissiante non perde un pallone,batte ripetutamente il suo avversario nell uno contro uno ,piazza una bomba da tre ,e ha fiato e forza da vendere; nonostante tutto a sei minuti dalla fine i verdi ottengono l aggancio ma dura poco ,Moretti prima e Marzo nei minuti finali trovano due triple d' oro che fiaccano le resistenze dei padroni di casa, finale concitato come detto prima a causa degli infortuni dei verdi Alessandra e Provenzano.
Va in archivio quindi una gara che statistiche alla mano vede i Green ancorati ad un impietoso 21/65 al tiro di cui 2/23 da tre punti.
Un ultima notazione giunge ancora una volta dalle statistiche gli Acesi hanno ruotato praticamente tutto il roster dando ossigeno e minuti a tutti.

UFFICIO STAMPA GREENBASKET

Intervista a coach Avellone

 

leoavellone2PALERMO. Palermo divisa a metà, da una parte l’Aquila, dall’altra Green Basket, squadra rivelazione di questo inizio campionato con 2 vittorie su 3 partite, che con l’innesto last minute di Calò ha dato ulteriore esperienza ad un gruppo molto coeso e che è un giusto mix con i giovani.
Abbiamo raggiunto telefonicamente il coach Leonardo Avellone per fare un piccolo bilancio di quest’inizio stagione.
 


 
2 vittorie nelle prime 3 partite, è soddisfatto di quest’inizio?
“

Io sono molto soddisfatto del nostro inizio, veniamo da 2 salti di categoria in 2 anni nei quali non abbiamo sconvolto l’ossatura della squadra che è formata da ragazzi che vengono dal nostro settore giovanile.
A livello tecnico siamo ancora un cantiere aperto, siamo in fase di costruzione della squadra e stiamo cercando di bilanciare l’inesperienza di alcuni giocatori con l’innesto di altri che invece hanno più esperienza di categoria (Calò, Terrasi e Verderosa), quindi ovviamente siamo alla ricerca del giusto equilibrio tra i nostri giovani ed i nuovi innesti.”
 


 
Domenica in casa contro Acireale, che partita si aspetta?


“Ora noi abbiamo 3 partite difficilissime perché Domenica avremo Acireale, che è una squadra che nonostante abbia fatto una sola vittoria se la sta giocando con tutti e secondo me ha un buonissimo roster, poi in seguito Aquila Palermo e Catanzaro che sono le due pretendenti maggiori al salto di categoria.
Affrontiamo questo ciclo di partite con la voglia di fare il meglio possibile, ma con la consapevolezza che non sarà assolutamente facile e che dovremo impegnarci in allenamento e lavorare per poter far bene.”

 

Fonte: Tuttobasket.net