Rappa Mantia 1

Nella giornata di martedì 1° settembre, dopo anni di malintesi spesso riportati da soggetti che vivono nei dissapori altrui, è avvenuto un importante incontro tra i due Presidenti delle maggiori realtà cestistiche palermitane: Aquila Palermo e Green Basket Palermo.

Messi da parte dissapori, orgoglio e pregiudizi, Mantia e Rappa hanno ripercorso anni di contrasti nell'unico intento di mettersi il passato alle spalle. Ciò che ne è venuto fuori è stato il peso determinante delle notizie riportate e che spesso erano, invece, prive di fondamento.

Al contempo, i valori alla base del progetto dell'una, hanno trovato speculare approccio nell'altra. A quel punto, tra persone che hanno il coraggio di confrontarsi, è finito per venire meno il presupposto del contendere.

Ne è conseguito un selfie ‘ignorante’ (come d'altra parte tanti ne abbiamo visti tra i rispettivi atleti), un abbraccio, una promessa: tenere lontano le sirene che, per anni, hanno sopravvissuto nel disordine cittadino. Ed infine, l'impegno a mantenere la pacifica coesistenza.

A tal proposito, pur mantenendo piena autonomia e convivenza pacifica, i due Presidenti si sono dati appuntamento per promuovere una serie di tavoli di lavoro per vedere se è possibile, in futuro, gettare le basi per forme di collaborazione sinergiche e tecniche.

Infine, prima squadra e giovanili saranno impegnate in incontri amichevoli. Relativamente alle prime squadre, avendo già un calendario di impegni incalzante, si è pensato di programmarle durante il periodo natalizio e ad una iniziativa benefica da abbinare, a cui chiederemo di partecipare in massa.

Relativamente alle giovanili, è stata organizzata un’amichevole alla quale prenderanno parte dieci atleti dell'una e dieci dell'altra squadra in ranghi misti. La squadra Green avrà come capitano un inedito Giulio Rappa, da sempre cuore Green…si sa, così come il capitano Aquila (con tanto di completo bianco rosso) sarà Alessandro Mantia, chi meglio di lui può rappresentare Aquila.

Le foto ricordo, probabilmente, aiuteranno la memoria dei più distratti.

A margine dell'incontro, riportiamo un pensiero condiviso da un presidente all’altro, indistintamente: "Non ci sono problemi che gli uomini non possono superare, e da questo incontro, posso affermare di trovarmi davanti ad un uomo che possiede valori molto simili ai miei".

Che pace sia, allora!