Palermo al vertice

Dieci società, tra cui il Green Basket, una sola missione:

rilanciare lo sport di vertice a Palermo. È l’idea del consorzio “Palermo al Vertice”, presentato nella mattinata di ieri a Villa Niscemi.
L’evento, presentato da Giulia Noera, ha visto l’intervento del presidente del consorzio Giorgio Locanto, dell’assessore Cesare La Piana, del presidente della Commissione sport Fausto Torta e del direttore dell’Ufficio Sport e Impianti Sportivi Fernanda Ferreri. Nella Sala delle Carrozze un bel colpo d’occhio, un arcobaleno di colori dato dalla folta rappresentanza degli atleti di ogni società rappresentata. Tantissime realtà palermitane di sport diversi tra loro, ma simili per esigenze: assieme al Green partecipano Handball Kelona (pallamano),  Futsal P5 (calcio a 5 femminile), A.S.D. Verga Palermo (pallacanestro femminile), Polisportiva Domenico Scinà (pallamano femminile), Ludos (calcio a 11 femminile), Palermo Cardinals (football americano), Circolo Nautico Palermo (canoa polo), Pol. Dil. Volo International (pallavolo maschile) e Te.Li.Mar. (pallanuoto maschile).
Nel corso dell’incontro, il presidente del consorzio Giorgio Locanto ha spiegato la genesi del progetto: «Abbiamo sentito l'esigenza di consorziarsi per unire le proprie forze per una questione di sopravvivenza. Il nostro approccio – ha detto Locanto - sarà molto propositivo e cercheremo di dialogare con tutte le componenti coinvolte nel mondo dello sport: istituzioni, enti locali, sponsor privati, cittadini». Non si tratta di una novità, perché l’esperimento ha già funzionato a Catania: «Un esempio virtuoso, a cui ispirarsi. Vogliamo valorizzare i giovani, strapparli ad alternative pericolose come criminalità e dipendenze, collaborare con le scuole, permettere a tutti di praticare lo sport. L’attività sportiva è fondamentale per la società e per valorizzare la città.»
Nel suo discorso programmatico, Locanto ha anche parlato d’impianti e di valorizzazione delle strutture sportive. A tal proposito è stato molto forte l’intervento dell’assessore Cesare La Piana: «Parlando di sport di vertice ci vogliono impianti di vertice: entro un mese i dodici impianti sportivi principali, salvo alcune eccezioni riguardanti il Palasport di Fondo Patti, saranno tutti oggetto di un bando. Sarà un bando pubblico, ogni società potrà presentare un progetto che verrà esaminato da una commissione al di sopra del Comune. Resteranno, ovviamente, alcune norme per salvaguardare lo sport di base».