DSC7169

Niente da fare per il Green Basket, i palermitani cedono 73-65 all’Udas Cerignola nel match decisivo per la B. Onore alla forte formazione pugliese, qualità ed esperienza negli episodi decisivi, un po’ di rammarico in casa Green per una condotta arbitrale decisamente stigmatizzabile.

I risultati del girone conducono il Green alla palla a due con due alternative di vittoria: di misura e di due per gli spareggi, di oltre tre punti per l’accesso diretto alla B. La formazione bianco-verde però buca l’approccio alla gara, prendendo subito un 8-0 da Gambarota e Marchetti: meglio in uscita dal timeout chiamato immediatamente da coach Verderosa, con Andrea Lombardo che comincia a bruciare la retina per il 10-8 che rimette a posto le cose. Cerignola dà un altro strappo grazie a due bombe del play tascabile Romano micidiali contro la 2-3 impostata dal Green, sempre Andrea Lombardo e una tripla allo scadere del primo periodo di Trevisano mettono una pezza per il 23-17.

La partita la fa Cerignola, il Green rintuzza e tiene testa senza mai uscirne, Trevisano si ripete nel secondo quarto, segna e pesca i compagni (Tagliareni) per appoggi facili, ma la squadra di casa è aggressiva e capitalizza bene i viaggi in lunetta. Il metro è marcatamente casalingo e desta qualche preoccupazione la situazione falli di Peppe Lombardo, che con tre falli molto presto fatica a trovare il ritmo della partita. Leo e Tredici portano Cerignola sul 44-34 al riposo.

Una tripla di Romano apre la ripresa sul +13 di casa, per l’Udas però qualcosa si guasta nella ripresa, quando il Green riesce a mettere qualche granello di sabbia nell’ingranaggio togliendo di fatto molte soluzioni: transizione, punti di Gambarota e Marchetti, i giochi per innescare Leo. Cerignola tiene botta grazie ad alcune invenzioni da tre di Scarponi, ma Williams con presenza sottocanestro (13 punti) e ancora Andrea Lombardo da tre (top scorer a 28 l’ala) portano il Green sul 55-49 con dieci minuti da giocare. La partita è davvero fisica, aumentano i contatti, alcuni anche proibiti, e il nervosismo che porta a un tecnico alla panchina Green: qualche difficoltà di gestione per gli arbitri in questa fase.

Tante occasioni per avvicinarsi per i palermitani, che finalmente trovano il modo d’impattare nei minuti finali con dieci punti di fila di Andrea Lombardo, 59 pari entrando nei 5’ finali dell’incontro. Che però poi porta il segno di una direzione lacunosa con una manciata di topiche pro-squadra di casa che condiziona pesantemente l’esito finale. Cerignola ringrazia, mette il 64-61 col redivivo Marchetti (solo cinque punti in serata) rispondendo a un canestro di cuore di un maiuscolo Trevisano, 15 punti nella gara decisiva. La giocata della partita è però inevitabilmente la tripla fuori equilibrio di Scarponi che pesca il jolly per il 67-61 e ammazza le speranze biancoverdi. Perché il Green non molla mai, però sbatte contro altri fischi rivedibili: l’errore, umano senza dubbio, di sentire la pressione del pubblico di casa, episodio già occorso nella fase nazionale, porta i fischietti a qualche altro errore. Alla fine il punteggio dice 73-65: specifichiamo non vanno confusi gli episodi punitivi del finale con i meriti di Cerignola, formazione forte, qualitativa, gruppo vero che si merita la B. Al Green resta solo il rammarico e le lacrime dei suoi protagonisti per una stagione che poteva esser quella della storia e che invece, decisa da tante partite a scarto ristretto su cui si possono analizzare parecchi episodi girati storti, porta a un quarto posto nel girone, in cui fa specie pensare che questa sconfitta di otto è il peggior ko patito del Green di quattro sfide sul filo di lana. ma ogni maledetta domenica si vince e si perde, ciò che fa la differenza è farlo da uomini veri: e ai ragazzi del Green Basket tutto questo non è mancato.

Udas Cerignola-Green Basket 73-65

Green Basket – Giancarli, Gentili 3, A. Lombardo 28, G. Lombardo, Williams 13; Trevisano 15, Forzano, Biondo 2, Tagliareni 4, Mantia ne, Vitale ne. All. Verderosa. Vice: Muratore.

Udas Cerignola – Cota 4, Marchetti 5, Scarponi 18, Gambarota 14, Leo 14; Tredici 3, Romano 12, Ulano, Dimmito ne. All. Marinelli, Vice: Carano.

Arbitri – Umberto Giambuzzi di Ortona (CH) e Simone Settepanella di Roseto degli Abruzzi.

NOTE

Parziali: 23-17, 21-17 (44-34), 11-15 (55-49), 18-16 (73-65).
Falli: Green 19 – Cerignola 20.
Uscite per falli: G. Lombardo (Green).

Ufficio Stampa Green Basket